Con la Leica Q sto scoprendo un nuovo modo di fotografare. Perfetta per lo street, la Leica Q è leggera, efficiente, discreta e ha le qualità di una reflex professionale.

Già da qualche anno uso ottiche fisse, preferisco la nitidezza di un fisso alla flessibilità di uno zoom, e trovo il 28mm l’ottica ideale per la fotografia da viaggio.

Il sensore a pieno formato da 24M pixel lavora molto bene anche ad alti ISO e fornisce margini sufficienti per “croppare” e ottenere un’inquadratura perfetta.

I difetti che ho riscontrato in questa macchina sono:

  • l’eccessivo consumo della batteria, problema a cui si può ovviare con l’acquisto di una batteria di ricambio;
  • L’ottica non intercambiabile;
  • Il prezzo, che comunque corrisponde al prezzo di una full frame con ottica professionale.

In occasione di una giornata trascorsa a Milano ho avuto modo di provare questa meraviglia della tecnologia tedesca e di seguito è possibile visionare alcune immagini. Gli scatti sono stati realizzati in jpg e in bianco/nero, l’unico intervento a cui ho sottoposto i file prodotti dalla macchina è la riduzione della risoluzione a 72dpi.

Il metodo di esposizione utilizzato è stato Priorità di diaframma, spesso utilizzando la tecnica dell’iperfocale, che grazie alle scale graduate sull’ottica, l’impostazione è un gioco da ragazzi.

Vorrei concludere con un commento sulla città di Milano. La città è molto bella, pulita e ordinata, i servizi funzionano bene e credo che goda di una nomea immeritata.

Leave A

Comment